martedì 11 marzo 2014

ScienzAttiva: fase deliberativa


LINEE GUIDA PER LA COSTRUZIONE DI UNA PROPOSTA DELIBERATIVA PER SCIENZATTIVA

Entro la fine di marzo le classi devono inviare una loro proposta di lavoro per il prossimo anno scolastico. La proposta può essere inviata sia dagli stduenti che dai docenti.

Perché una proposta sia ben strutturata dovrebbe prevedere:

Un ambito di intervento, definito dai seguenti 2 criteri:

A) Dimensione territoriale (domestico, scolastico, comunale, provinciale, regionale, nazionale,

internazionale,...)

B) Dimensione temporale (periodo preso in considerazione; es. “nei prossimi 5 anni...”)

I provvedimenti, per ognuno dei quali dovranno essere evidenziati i seguenti aspetti:

  1. Cosa – oggetto e obiettivi dell’intervento
  1. Chi - attuatori del provvedimento (singoli cittadini, famiglie, scuole, associazioni, Enti pubblici,...)
  1. Destinatari del provvedimento
  1. Come – strumenti e risorse (anche finanziarie) necessari all’attuazione del provvedimento.

Per facilitare il lavoro delle classi, per quanto riguarda il 'Cosa', suggeriamo di seguito alcune tipologie di provvedimento:

- Progetti di ricerca di base

- Progetti applicativi di tecnologie/terapie

- Proposte legislative

- Proposte per la ricerca fondi destinati a ricerca/innovazione/istruzione/comunicazione...

- Azioni di comunicazione/informazione

- Innovazione dei metodi didattici

PROPOSTA DELL'INSEGNANTE:
AMBITO D'INTERVENTO: scolastico
DIMENSIONE TEMPORALE: un anno scolastico
COSA: costruzione di un'unità di apprendimento sulla nanotecnologia
CHI: consiglio di classe di una classe seconda
DESTINATARI: studenti di una classe seconda
COME: incontri di programmazione tra i docenti, incontro con un esperto esterno, svolgimento delle lezioni con l'utilizzo della didattica web 2.0; adeguate risorse finanziarie. 

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.